“Mettiamo i puntini sulle i” – Un corso sui lievitati natalizi con Francesco Favorito

Giorno di festa, domenica mattina, festa dell’Immacolata, giorno in cui potrei riposare di più ma il matterello e la spianatoia chiamavano e di corsa giù dal letto ad impastare una manciata di struffoli per inaugurare le feste natalizie.

 

Il profumo della buccia dell’arancia mi riporta col pensiero indietro di una settimana… Domenica 1 dicembre e sabato 31 novembre, due giornate che non potrò dimenticare mai, l’esperienza di poter essere presente alle lezioni del maestro Favorito sui grandi lievitati natalizi, incontro organizzato per i suoi fan nella città di Terni, la sua città.
Nella valigia carta, penna, cellulare sempre acceso durante il corso per registrare tutti i passaggi cercando di portare tutto a casa. Due compagne di viaggio dalla mia città , Alessia e Jolanda, che sento di ringraziare perché inconsapevolmente mi hanno dato una carica in più e mi hanno fatto davvero tanta compagnia! Un’esperienza condivisa con un gruppo di appassionati come me e diretta da un maestro eccezionale ed insostituibile, che spiega i procedimenti complicati, con la semplicità con cui si parla ai bambini, come si racconta una storia, una favola. E la magia dopo il racconto appena svegli è stata domenica scorsa trovare quegli impasti tutti ben lievitati e gonfi. La magia è che la passione ti fa mettere in moto, ti fa incuriosire, informare in tutti i modi possibili su come si fa un panettone, di sperimentare, di far crescere e cercare di produrre il lievito naturale partendo da due elementi semplici Acqua e Farina…di studiarne le alchimie…di rivoluzionare i propri modi di fare per arrivare ad un risultato di un prodotto semplicemente naturale e genuino, di non stancarsi mai di provare e riprovare.

 

In questo corso ho visto il maestro preparare un’infinità di prodotti con il lievito madre: dai cornetti, alle brioche, dalle ciabatte, ai krapfen e bomboloni, dal panettone al pandoro. Tutto in poche ore effettive di lavoro. Tutto con un’estrema semplicità e sicurezza che derivano si da anni di esperienza ma anche dal sentirsi a casa propria ovunque si va ad insegnare l’arte pasticcera italiana. Quello il metodo sempre lo stesso, possono cambiare gli aromi, i profumi naturali, perché il panettone e il lievito madre avrà il sapore che desideriamo e anche quello di casa nostra!

 

Per la ricetta vi rimando al blog di Paolo Cutolo http://sinfoniedisapori.blogspot.it/2013/11/panettone-classico-con-lievito-madre-e.html?m=1

 

Me la state chiedendo in tanti, ma anche io sono nuova in questo mondo del lievito naturale e per me avere qui a casa quello del maestro è come possedere un tesoro!

Poche cose prima di mettervi al lavoro: semplificatevi la vita non andate alla ricerca di mille istruzioni non servono a niente, no siate ansiose e rilassatevi, perché il lievito naturale ha i suoi tempi e voi dovete rispettarli e andare al passo con lui!

 

leggete la ricetta più volte per assimilarne i passaggi e preparatevi le pesate dei vari ingredienti! Non cercate scorciatoie e non lavorare eccessivamente e di fretta con la planetaria. ascoltate l ‘impasto mentre lo lavorate, lui vi parla!!! 🙂 vedete la consistenza l’aspetto e l odore assaporatelo lui vi vorrà bene e non vi deluderà!

 

Buon lievito madre e panettone a tutti!:-)

Roselline al formaggio tipo quark con spinaci

Buongiorno a tutti! Ieri mi sono divertita nella realizzazione di squisite tortine salate senza glutine per partecipare al contest del pane di mangiachetifabenebimbo. L’idea è nata sfogliando il libro del maestro Francesco Favorito ‘Il bello del senza glutine’, la mia guida principale per i prodotti gluten free che consiglio a tutti coloro che vogliono approfondire l’argomento. In realtà il maestro suggerisce di preparare una miscela base molto semplice da fare in casa e adatta a tutte le ricette, ma io ho cercato di fare del mio meglio senza perché per il poco tempo a disposizione non sono riuscita a procurarmi alcuno addensanti e ingredienti principali. Allora ho deciso di optare per un’impasto a lievitazione diretta anche se sarebbe stato meglio per avere un ottimale risultato nella fragranza mettere l ‘impasto in frigo per 12 ore e poi farlo lievitare un’oretta negli stampi. Questi sfiziosi panini da buffet sono stato realizzati in stampi in silicone da muffin ma potete farne la forma desiderata.

Ingredienti
Poolish:
75 gr fecola di patate
75 gr farina di riso
150 gr di latte intero tiepido
13 gr lievito di birra
50 gr zucchero a velo

Impasto:
Poolish
100 gr fecola di patate
125 gr farina di riso
125 gr amido di mais
100 gr burro
170 gr latte intero
2 cucchiaini e mezzo di sale fino
10 gr spinaci lessi
80 gr formaggio tipo quark

Prima preparate il poolish e mettete a lievitare per 40 min in luogo caldo. Appena pronto versatelo in una planetaria e con la foglia iniziate a mescolare aggiungendo gli amidi e la farina di riso biologica alternando con latte tiepido. Poi inserite il formaggio gli spinaci ed infine il burro ammorbidito e il sale. fate lievitare coperto da pellicola in liogo caldo fino a raddoppio.
Riscaldate il forno a 210 gradi e formate i panini. A questo punto spolverate con un pò di farina di riso ed infornate per 20 min (dipende dalla grandezza).

A Benevento, raduno maestro Favorito Francesco pastry chef

Buongiorno a tutti! Finalmente l’evento cui sto lavorando da un pò è venuto alla luce! L ‘idea di portare la professionalità e l’esperienza di Francesco Favorito organizzando un corso quì a Benevento mi è venuta da subito un mese fa quando per caso frequentando i blog di cucina su Facebook e i gruppi di appassionati foodbloggers mi sono iscritta al suo Favorito Pastry Chef group. Trovare una persona esperta e professionale che riesce a trovare il tempo di rispondere a domande e consigli anche su come fare una pasta bigné non è facile! Essere al tempo stesso imprenditori, professionisti del settore e docenti in giro per l’Italia e all’estero nemmeno. Ho organizzato un suo corso sui lievitati e pasticceria senza glutine nella città di Benevento perché i suoi insegnamenti fossero accessibili a tante persone che conosco e so che comprano spesso prodotti senza glutine industriali e magari vorrebbero farseli in casa risparmiando e abbattendo i costi. Diffondere il saper fare in modo accessibile a tutti: casalinghe, appassionati del food, ristoratori e perchè no anche panificatori! E conoscere nuovi canali e possibilità di comperare materie prime a prezzi competitivi sul web tramite siti di e-commerce ) in confezioni adatte all’uso casalingo! Questo non è poco! Tutto questo ed altro ancora ho scoperto in brevissimo tempo da quando ho incontrato Favorito. Non so voi ma io credo che questo corso sia interessante. Vi aspettiamo!

Sabato sera: pizza! La ricetta per impasto veloce di Domenico Fargnoli

Di ricette per impasto pizza ne ho private tante fino ad oggi ed alcune mi son piaciute davvero tanto anche se molto impegnative come tempo di lievitazione. Ieri pomeriggio rientro a casa dopo un’intensa lezione di zumba e mi viene all’improvviso voglia di fare la pizza per la serata. Avevo quindi poco tempo a disposizione per cui ho decisi di fare questa ricetta tempestivamente suggeritami dall’amico pasticcere Domenico Fargnoli. Ho fatto subito l’impasto alle 18 sono uscita di casa e alle 20 ho iniziato a riscaldare il forno e mettete in teglia e farcire. Prima di infornare a max temperatura ho lasciato ancora riposare mezz’ora le pizze.

1 kg di farina (ho usato la divella 0)
50 gr di zucchero
50 gr di lievito di birra
( ne ho messi 40gr poco in meno)
600 ml di acqua tiepida
15 gr di sale
100 gr di olio extravergine d’oliva

Forno a 240 gradi per circa 15/20 non
Ho condito con pezzettini di pomodori e fiordilatte a crudo; prosciutto cotto, fuunghi champignons e provola affumicata.

Buon appetito e mordendo la pizza sembrerà di avere un burro in bocca! Croccante fuori friabile E SOFFICE DENTRO!