“Mettiamo i puntini sulle i” – Un corso sui lievitati natalizi con Francesco Favorito

Giorno di festa, domenica mattina, festa dell’Immacolata, giorno in cui potrei riposare di più ma il matterello e la spianatoia chiamavano e di corsa giù dal letto ad impastare una manciata di struffoli per inaugurare le feste natalizie.

 

Il profumo della buccia dell’arancia mi riporta col pensiero indietro di una settimana… Domenica 1 dicembre e sabato 31 novembre, due giornate che non potrò dimenticare mai, l’esperienza di poter essere presente alle lezioni del maestro Favorito sui grandi lievitati natalizi, incontro organizzato per i suoi fan nella città di Terni, la sua città.
Nella valigia carta, penna, cellulare sempre acceso durante il corso per registrare tutti i passaggi cercando di portare tutto a casa. Due compagne di viaggio dalla mia città , Alessia e Jolanda, che sento di ringraziare perché inconsapevolmente mi hanno dato una carica in più e mi hanno fatto davvero tanta compagnia! Un’esperienza condivisa con un gruppo di appassionati come me e diretta da un maestro eccezionale ed insostituibile, che spiega i procedimenti complicati, con la semplicità con cui si parla ai bambini, come si racconta una storia, una favola. E la magia dopo il racconto appena svegli è stata domenica scorsa trovare quegli impasti tutti ben lievitati e gonfi. La magia è che la passione ti fa mettere in moto, ti fa incuriosire, informare in tutti i modi possibili su come si fa un panettone, di sperimentare, di far crescere e cercare di produrre il lievito naturale partendo da due elementi semplici Acqua e Farina…di studiarne le alchimie…di rivoluzionare i propri modi di fare per arrivare ad un risultato di un prodotto semplicemente naturale e genuino, di non stancarsi mai di provare e riprovare.

 

In questo corso ho visto il maestro preparare un’infinità di prodotti con il lievito madre: dai cornetti, alle brioche, dalle ciabatte, ai krapfen e bomboloni, dal panettone al pandoro. Tutto in poche ore effettive di lavoro. Tutto con un’estrema semplicità e sicurezza che derivano si da anni di esperienza ma anche dal sentirsi a casa propria ovunque si va ad insegnare l’arte pasticcera italiana. Quello il metodo sempre lo stesso, possono cambiare gli aromi, i profumi naturali, perché il panettone e il lievito madre avrà il sapore che desideriamo e anche quello di casa nostra!

 

Per la ricetta vi rimando al blog di Paolo Cutolo http://sinfoniedisapori.blogspot.it/2013/11/panettone-classico-con-lievito-madre-e.html?m=1

 

Me la state chiedendo in tanti, ma anche io sono nuova in questo mondo del lievito naturale e per me avere qui a casa quello del maestro è come possedere un tesoro!

Poche cose prima di mettervi al lavoro: semplificatevi la vita non andate alla ricerca di mille istruzioni non servono a niente, no siate ansiose e rilassatevi, perché il lievito naturale ha i suoi tempi e voi dovete rispettarli e andare al passo con lui!

 

leggete la ricetta più volte per assimilarne i passaggi e preparatevi le pesate dei vari ingredienti! Non cercate scorciatoie e non lavorare eccessivamente e di fretta con la planetaria. ascoltate l ‘impasto mentre lo lavorate, lui vi parla!!! 🙂 vedete la consistenza l’aspetto e l odore assaporatelo lui vi vorrà bene e non vi deluderà!

 

Buon lievito madre e panettone a tutti!:-)

Advertisements

Treccia ripiena o cornetto salato: l’impasto del Pan brioche

Adatto per una cena, in occasione delle feste e per le preparazioni particolari con forme diverse, ecco a voi il Pan brioche. Ho preparato una treccia con questo impasto per la festa dei due anni del piccolo Simone ed è stato un successone!!! Allora mi sono divertita ieri sera a ripetere la preparazione cercando di dare la forma a questo impasto di un cornetto. Ed è stata questa la parte più divertente ed interessante per Giulia che è stata sorpresa da come si formano i cornetti. Ha lavorato tanto la piccina ed ha cercato di spennellarli con tanta pazienza d precisione! Un lavoro da piccolo chef ^_~.

Gli ingredienti per l’impasto:
550 gr di farina
250 gr di latte
1 uovo
Un cucchiaino di zucchero
25 gr di lievito di birra
50 gr di olio di oliva
10 gr di sale

Per il ripieno:
200 gr di salumi misti e formaggio tipo Asiago

Per spennellare:
Tuorlo d’uovo leggermente battuto

Intiepidire il latte, sciogliere il cubetto di lievito col latte e lo zucchero, versare a poco alla volta farina e uovo, infine l’olio e ancora un pò di farina e poi il sale e lavorare fino a rendere elastico e morbido l’impasto.
Mettete a lievitare fino al raddoppio. Poi sulla spianatoia, stendete la pasta con un matterello formando un bel cerchio. Con l’aiuto di un tagliapizza a rotella dividere incidendo a croce e poi tracciando un alta croce obliqua formando otto triangoli. Su ogni triangolo sistemare il ripieno tutto tritato e avvolgere partendo dalla base arrotolando fino alla punta. Adagiate i cornetti su di una leccarda coperta da carta forno, spennellare col tuorlo d’uovo ed infornate a 200 gradi per 20 min circa. Buon appetito! La prossima volta provateli con vedure e ortaggi! Ad esempio con zucca, pacetta e provola affumicata, che ne dite? Slurp…che fame!:-)

A Benevento, raduno maestro Favorito Francesco pastry chef

Buongiorno a tutti! Finalmente l’evento cui sto lavorando da un pò è venuto alla luce! L ‘idea di portare la professionalità e l’esperienza di Francesco Favorito organizzando un corso quì a Benevento mi è venuta da subito un mese fa quando per caso frequentando i blog di cucina su Facebook e i gruppi di appassionati foodbloggers mi sono iscritta al suo Favorito Pastry Chef group. Trovare una persona esperta e professionale che riesce a trovare il tempo di rispondere a domande e consigli anche su come fare una pasta bigné non è facile! Essere al tempo stesso imprenditori, professionisti del settore e docenti in giro per l’Italia e all’estero nemmeno. Ho organizzato un suo corso sui lievitati e pasticceria senza glutine nella città di Benevento perché i suoi insegnamenti fossero accessibili a tante persone che conosco e so che comprano spesso prodotti senza glutine industriali e magari vorrebbero farseli in casa risparmiando e abbattendo i costi. Diffondere il saper fare in modo accessibile a tutti: casalinghe, appassionati del food, ristoratori e perchè no anche panificatori! E conoscere nuovi canali e possibilità di comperare materie prime a prezzi competitivi sul web tramite siti di e-commerce ) in confezioni adatte all’uso casalingo! Questo non è poco! Tutto questo ed altro ancora ho scoperto in brevissimo tempo da quando ho incontrato Favorito. Non so voi ma io credo che questo corso sia interessante. Vi aspettiamo!